Skip to content

Guadagnare con il trading: la guida definitiva

GUADAGNARE CON IL TRADING

Hai letto un articolo dove si parla del trading come efficace metodo di guadagno online e vuoi saperne di più?

Oppure hai già iniziato a fare trading online ma non sei riuscito a trasformare la tua nuova attività in un lavoro redditizio?

Al giorno d’oggi, le promesse dei soldi facili sono presenti un po’ ovunque in Internet. A differenza di altre esperienze che si possono provare avendo una semplice connessione ADSL, il trading permette realmente di guadagnare online.

Alcuni trader vantano una fama mondiale e un portafoglio da far impallidire l’economia di intere nazioni. Altri ancora sono riusciti a trasformare quella che inizialmente era una semplice passione in un vero e proprio lavoro. Ci sono poi le persone che decidono di investire in borsa i propri risparmi, così da avere una rendita futura.

Il trading online può però portare anche a perdere l’intero capitale nel giro di pochi mesi, per questo motivo è necessario che tu segua un valido percorso per iniziare ad approcciarti al trading in maniera corretta.

I consigli che seguono si propongono come guida definitiva su come guadagnare con il trading. Troverai una definizione esaustiva di cos’è il trading e di quanto è possibile guadagnare con esso.

Ti verranno poi fornite tutte le istruzioni necessarie per iniziare il tuo percorso nel trading da principiante, per poi conoscere tutte le regole principali per continuare a fare trading come un vero professionista, aumentando dunque esponezialmente le tue possibilità di guadagnare online e trasformare il trading nella tua attività principale.

In conclusione della prima parte della guida conoscerai i nomi dei tre più importanti trader a livello mondiale e le loro strategie, avendo piena consapevolezza che tutti e tre oggi possono dire di aver cambiato la loro vita grazie al trading.

La seconda parte sarà invece dedicata agli strumenti con cui operare il trading online da casa oppure in mobilità sfruttando le relative app per smartphone e tablet, attraverso la recensione delle piattaforme di trading IQ Option e Plus500, tra le più indicate per avviare una seria attività di trading.

Cos’è il trading

Il trading è la compravendita di strumenti finanziari. Se svolto da casa tramite computer o in mobilità con smartphone e tablet, si parla di trading online, conosciuto anche con l’acronimo TOL.

Il trader opera dunque con gli strumenti finanziari che il mercato offre, come ad esempio azioni, titoli di stato, obbligazioni, CDF (contratti per differenza) e futures (contratti a termine standardizzati).

Fondamentalmente, chi fa trading ha a disposizione due azioni: acquistare e vendere. Come vuole la logica, l’obiettivo è guadagnare dal proprio investimento, anche se tecnicamente sarebbe opportuno parlare di guadagno sulla differenza di prezzo tra acquisto e vendita.

Prima di avviarti nel mondo del trading online, è bene inoltre che tu conosca il significato dei termini più importanti associati al trading. Ad esempio, sentirai spesso parlare di aprire e chiudere una posizione.

Una posizione non è altro che un’operazione che ti consente di generare un profitto così come una perdita. Si parla di posizione aperta quando hai un’operazione attiva sul mercato.

Al contrario, una posizione chiusa è un’operazione conclusa. Le posizioni si differenziano a loro volta in long e short. Aprire una posizione long significa scommettere che quell’azione avrà un valore più alto al momento della chiusura dell’operazione.

Avere invece una posizione short significa l’esatto contrario, puntare cioè sul ribasso di un determinato titolo/azione o qualunque altro strumento finanziario con cui si è scelto di operare.

Come detto, un’operazione può generare un guadagno (profitto) o una perdita. Tutto dipende se quanto scommesso (long o short) all’inizio dell’apertura della posizione si sia rivelato poi corretto o meno.

Poniamo il caso che tu apra una posizione long su Apple quando un’azione vale 224 dollari. Se al momento della chiusura dell’operazione il valore è aumentato a 230 dollari, allora la posizione avrà generato un profitto.

In caso contrario, invece, qualora ad esempio il valore dell’azione scenda a 220 dollari, la posizione genererà una perdita, corrispondente alla differenza di prezzo. Tutto chiaro? Bene, allora adesso sei pronto a iniziare i tuoi primi passi nel trading.

Come iniziare a fare trading online

Ti sembrerà strano, ma il primo passo da compiere per iniziare il trading online è di investire su una formazione professionale.

Infatti, soltanto conoscendo in maniera approfondita come funziona il trading puoi affrontare la nuova attività in maniera redditizia. La guida che stai leggendo ora si pone come guida definitiva al mondo del trading.

Quando inizierai e ti sorgerà un dubbio su una particolare questione, potrai sempre fare riferimento ai vari capitoli di questa guida. La formazione professionale non significa soltanto sapere il concetto degli strumenti tecnici con cui avrai a che fare una volta che diventarai un trader, implica infatti anche la conoscenza dei mercati finanziari.

Il modo più semplice e forse migliore per sapere come funzionano i mercati è di avvalerti di una figura già esperta, che operi nel mondo del trading da diverso tempo.

Se non hai la fortuna o la possibilità di conoscere un trader esperto, ricorda che puoi sempre richiedere l’aiuto di una figura specifica presente nella piattaforma di trading che sceglierai, la quale ti potrà consigliare inizialmente anche sugli investimenti da compiere.

Il passo successivo è la scelta di un broker affidabile che ti sappia offrire una piattaforma con tutti gli strumenti necessari per operare il trading in maniera professionale.

Nella parte conclusiva di questa guida troverai un approfondimento specifico su tale argomento, considerata l’importanza chiave che riveste una piattaforma online di trading adeguata alle tue esigenze, con la recensione di due validi operatori come IQ Option e Plus500.

Una volta che hai scelto il broker, puoi passare alla fase operativa con l’apertura di un conto demo, attraverso il quale potrai mettere in pratica le conoscenze che hai appreso in precedenza e vedere i primi risultati anche se solo virtuali

Infatti, un conto demo di trading – come tanti altri conti demo presenti nei settori più disparati – non prevede l’utilizzo di denaro vero ma di soldi finti.

In ogni caso, si tratta di un passaggio preliminare fondamentale prima di iniziare a fare trading online sul serio.

Il conto demo ti permette di compiere ogni tipo di operazione come se fosse un conto reale, cioè con soldi veri. La schermata del conto demo, gli strumenti correlati, i valori associati a ogni singola azione o titolo, corrispondono al cento per cento rispetto all’esperienza di trading con un conto reale.

Puoi dunque considerare il conto demo come la palestra ideale dove poter sviluppare e/o affinare un piano di trading vincente da poter poi riproporre al momento dell’apertura di un conto con soldi reali.

Non c’è un tempo prestabilito che deve trascorrere tra l’attivazione di un conto demo e uno vero.

Tieni presente comunque che risulta poco credibile un allenamento di una giornata o una settimana, così come sarebbe fuori luogo proseguire con il trading mediante il conto demo per mesi.

Ricorda inoltre che al momento dell’apertura di un conto reale dovrai associare una tua carta di credito ed effettuare un primo deposito, soldi che poi gestirai per aprire le tue prime posizioni.

Le regole per guadagnare con il trading online

Esistono tre regole fondamentali per guadagnare con il trading online che devi imparare a fare tue quanto prima.

Prima regola

la più importante di tutte – è di non perdere mai i soldi quando apri una posizione. Anche se inizialmente può sembrarti un’affermazione paradossale, con il tempo ti accorgerai che in realtà è la regola seguita dai migliori trader su scala internazionale.

Il tuo obiettivo deve essere una strenua difesa non soltanto del profitto generato da operazioni andate a buon fine ma anche del capitale stesso investito all’inizio.

Ti stai domandando come riuscire a non perdere i tuoi soldi operando con il trading online?

Semplice: studiando, studiando, studiando. La conoscenza dei mercati finanziari (uno dei passaggi preliminari che hai visto qui sopra) è uno strumento importantissimo in tuo possesso per riconoscere in anticipo posizioni da cui diffidare, evitando così di aprire una posizione che ti porterà poi a una perdita.

Soprattutto all’inizio ti sembrerà impossibile riuscire a seguire tale regola, vista e considerata la natura stessa delle operazioni di trading, per cui non è affatto semplice riconoscere quando una posizione può rivelarsi pericolosa per il proprio capitale o meno.

Seconda regola

La seconda regola può essere considerata complementare alla prima ma di eguale valore: minimizzare il rischio.

Quando sei di fronte a una scelta importante su una determinata posizione, rifletti sempre sui rischi collegati e su quanto sei disposto a investire.

La risposta dovrebbe appunto portarti a minimizzare eventuali perdite derivanti dall’investimento, in modo da salvaguardare il capitale inizialmente investito (il deposito che hai versato al momento dell’apertura del conto reale e gli eventuali successivi versamenti).

Si tratta – come la prima d’altronde – di una regola essenziale, da custodire e mettere in pratica in qualsiasi momento della giornata. La maggior parte delle volte le operazioni di trading si susseguono così velocemente che perdere di vista eventuali perdite più o meno considerevoli è un rischio concreto.

Per evitare che ciò accada, dunque, sii prudente, minimizzando i rischi collegati a una o più operazioni.

Terza regola

La terza regola è la seguente: fai trading su poche aree di mercato e che conosci alla perfezione. A questo proposito, devi sapere che il trader non improvvisa né segue le mode del momento.

Se, ad esempio, hai appreso da poco che le criptovalute stanno attraversando una fase di mercato toro (di forte rialzo cioè) ma non hai mai seguito personalmente la situazione, i mercati correlati eccetera, non dovresti seguire la massa e aprire posizioni a caso soltanto perché nei forum di trader o un tuo amico ti ha detto che in quel determinato periodo conviene investire nelle criptovalute.

Allo stesso tempo, concentrati su una, due, tre aree di mercato al massimo che conosci in maniera profonda – anche dopo esserti allenato durante il conto demo – e metti in pratica i concetti appresi fino a questo momento nella guida.

Anche se ha ragione chi afferma che differenziare le proprie operazioni sia utile al fine di controbilanciare eventuali perdite in un solo settore, è altrettanto vero che aprire posizioni in più aree può portarti a un dispendio di energie mentali tale da non farti ragionare in maniera lucida al momento dell’apertura o chiusura di un’operazione.

È preferibile invece concentrare il proprio focus su uno o due/tre mercati specifici, così da migliorare le perfomance delle operazioni di trading e di conseguenza aumentare i profitti.

A queste tre regole basilari, che ti aiuteranno a guadagnare online da casa senza avere orari da rispettare né ordini da eseguire, se ne possono aggiungere altre due che di fatto vanno a completare quanto già detto.

Ciascun trader di successo pensa e agisce in maniera autonoma.

Seguire il gregge non è mai una pratica consigliata nel mondo del trading online, spesso infatti le operazioni migliori le portano a casa chi sviluppa un giudizio critico su una determinata situazione che può presentare sia pro che contro.

Pensare in maniera autonoma e continuare a studiare sono le altre due regole da affiancare ai tre “comandamenti” che un trader dovrebbe seguire alla lettera.

Quanto si guadagna con il trading online?

Vuoi sapere quanto si può arrivare a guadagnare con il trading online?

Devi sapere che non c’è un importo preciso, standard, dopotutto il trading non è un datore di lavoro che assegna uno stipendio mensile sempre uguale agli investitori.

Non aspettarti dunque un assegno mensile, il guadagno varia in base a quello che sarà il profitto generato dalle tue operazioni.

In questo caso, l’equazione più posizioni aperte = maggiori guadagni non è esatta. Il guadagno non dipende dal numero di posizioni che apri e chiudi ma dalla qualità degli investimenti che fai. Con una singola operazione puoi arrivare a guadagnare quello che altri non riescono a fare con dieci operazioni.

Se, ad esempio, hai investito sulle azioni di una start-up che opera nel settore dei social network quando ancora nessuno la conosceva e oggi quella stessa start-up risponde al nome di Snapchat (uno dei principali social network a livello mondiale), molto probabilmente sei diventato milionario.

Quante operazioni di trading ti sono servite per cambiare vita?

Una. Non devi però commettere l’errore di pensare che il trading online possa sostituirti dopo pochi giorni alla tua principale attività lavorativa o che entro pochi mesi sarai un milionario.

Il profilo dei trader oggi in Italia è molto variegato. Ci sono quelli che effettivamente riescono a guadagnare con il trading anche cifre importanti ogni mese, tanto da trasformare il trading online nella loro unica attività.

C’è poi chi affianca i profitti del trading al proprio normale stipendio, non potendo contare su un portafoglio digitale tale da poter tagliare i ponti con il lavoro tradizionale.

Ci sono però anche quelli che con il trading finiscono per perdere parte o l’intero capitale investito all’inizio. In genere, questo è il profilo dei trader improvvisati, che hanno voluto bruciare le tappe, iniziando da subito con un conto vero e aprendo posizioni su posizioni senza cognizione di causa.

Un errore che commettono in tanti quando si affacciano per la prima volta al trading credendo di poter fare soldi facili senza studiare né conoscere gli strumenti adatti per operare.

Chi sono i guru del trading online

I tre punti di riferimento del trading a livello mondiale sono Warren Buffett, George Soros e Carl Icahn.

Ciascuno di loro è riuscito a guadagnare con il trading cifre astronomiche, valutate complessivamente in 100 miliardi di dollari.

Buffett, conosciuto anche con l’appellativo di oracolo di Omaha (sua città natale), figura sul podio dei più ricchi al mondo, in terza posizione alle spalle di Jeff Bezos (Amazon) e Bill Gates (Microsoft).

L’oracolo di Omaha è famoso per essere considerato l’esempio vivente di come il value investing sia una delle strategie migliori da seguire nel campo del trading online se si vuole avere successo.

L’essenza del value investing può essere colta in una celebre frase di Warren Buffett: Il prezzo è quello che paghi, il valore quanto ricevi.

Tradotto nel linguaggio del trading, il value investing è la pratica mediante la quale si investe in un’azione quando essa ha un valore sottostimato per poi rivenderla quando i mercati attraversano una fase euforica e il valore da sottostimato passa a sovrastimato.

Esempio pratico: Apple, azienda punto di riferimento nel settore del tech e che ha sempre dimostrato grande solidità, subisce un improvviso calo in Borsa a causa di un incidente occorso a un nuovo iPhone, la cui batteria è esplosa.

In quello stesso giorno, mentre la maggior parte degli investitori venderà il titolo, il value investor decide di investire in azioni Apple.

Trascorre un anno, nel frattempo il battery-gate si è sgonfiato ed è uscito un nuovo modello rivoluzionario, che porta la quotazione in Borsa di Apple a un valore record.

A questo punto, il value investor può scegliere se vendere/chiudere la posizione precedentemente aperta, oppure restare long, mantenendo nel proprio portafoglio Apple e auspicando di poter guadagnare ancora di più nei mesi/anni successivi.

Sembra semplice, vero?

Proprio per la sua semplicità però, la filosofia del value investing viene spesso snobbata, con molti trader che preferiscono comprare quando il prezzo è ai massimi e di vendere non appena l’azione/titolo scende.

L’esatto contrario dunque di ciò che ha fatto per tutti questi anni Warren Buffett, oggi il terzo miliardario più ricco al mondo.

Oltre a Warren Buffett, gli altri due trader per eccellenza sono George Soros e Carl Icahn.

Soros è noto nel mondo della finanza per essere il rappresentante del trading altamente speculativo. A lui infatti vengono associati i fallimenti della Lira italiana e della Banca d’Inghilterra negli anni Novanta.

L’illuminato imprenditore ungherese naturalizzato statunitense in passato ha scommesso una marea di miliardi sia contro la Lira che contro la sterlina, speculando su dichiarazioni e fatti reali.

Oggi il patrimonio di Soros è stimato in poco meno di 9 miliardi. C’è infine Carl Icahn, trader di 82 anni che può vantare un patrimonio personale di oltre 16 miliardi di dollari.

La sua attività è diversa sia rispetto al value investing di Warren Buffett sia al trading speculativo di George Soros.

Corporate raider è il termine con cui viene definita: Icahn non fa altro che acquistare società indebitate vicine al fallimento, le risana e soltanto dopo averle smembrate le rivende.

Carl Icahn però è considerato un guru del trading anche per i suoi colpi di genio, tra cui si annovera l’acquisizione del 10 per cento di Netflix nel 2012 per poi ricavarne un profitto di 800 milioni di dollari soltanto 12 mesi dopo, quando rivendette metà delle sue quote.

Il trader statunitense ha inoltre avuto una plusvalenza di 2 miliardi di dollari grazie alla cessione di partecipazioni in Apple, ha scambiato la propria partecipazione in eBay per azioni Paypal e ha avuto il 33 per cento del colosso Motorola. Hai appena conosciuto le tre figure leggendarie del trading.

Qual è il trader che presenta una personalità più simile alla tua? Dalla risposta ne conseguirà la strategia che potrai adottare da qui in avanti quando farai trading online. Anche se riuscirai a realizzare 1/10 di quanto realizzato dai guru del trading potrai cambiare per sempre la tua vita.

Le migliori piattaforme per il trading online

Una persona che intende guadagnare online con il trading deve essere supportato da una piattaforma professionale e sicura.

In Italia, due delle migliori realtà nel mondo del trading online sono IQ Option e Plus500. Entrambi i broker svolgono un’attività regolare e affidabile, avendo ricevuto la regolamentazione da parte della CySEC, l’authority di vigilanza di Cipro.

Sia la piattaforma di IQ Option che quella di Plus500 offrono tutti gli strumenti fondamentali per operare il trading in maniera seria e redditizia da computer.

Inoltre dispongono di un‘app dedicata sia per il sistema operativo Android che iOS (iPhone e iPad), scaricabile gratuitamente da Play Store (Android) e App Store (iOS). A seguire trovi tutte le informazioni più importanti su IQ Option e Plus500.

Come funziona IQ Option

La piattaforma di trading IQ Option permette di aprire un conto reale attraverso il deposito di 10 euro, mentre 1 euro corrisponde al valore minimo di trade.

Presente anche un efficace conto demo, con cui si può da subito iniziare con un importo illimitato. Per effettuare un deposito, IQ Option richiede uno di questi servizi: Neteller, Mastercard, Visa, Skrill.

Il processo di prelievo di denaro viene invece gestito dalla piattaforma in circa 1 giorno lavorativo.

Ricorda che soltanto tu puoi eventualmente eseguire un prelievo o comunque il soggetto a cui è stato intestato l’account.

Sia in fase di prelievo che di deposito vengono richiesti dei documenti di riconoscimento, così da accertare la corrispondenza tra soggetto richiedente e persona che ha registrato l’account. IQ Option è molto popolare per via della semplicità d’uso dell’app mobile di trading e per le numerose operazioni che consente di realizzare.

Ecco un breve elenco delle operazioni disponibili sulla piattaforma: trading sul mercato delle valute (conosciuto anche con il termine Coppie Forex), azioni (puoi scegliere le azioni delle migliori società quotate al NASDAQ e NYSE), criptovalute (13 monete digitali presenti, tra cui Bitcoin, Litecoin e Ethereum), CFD sui titoli (disponibili, tra gli altri, i titoli di Amazon, Google e Apple), CFD su squadre di calcio quotate in borsa (tra cui le italiane Juventus, Lazio e Roma), CFD sulle materie prime (oro, greggio, benzina e altre).

Infine, IQ Option permette di accedere a funzionalità più avanzate grazie al Conto Vip, attivabile soltanto da chi riesce a raggiungere un importo pari o superiore di 3.000 euro come deposito.

Il vantaggio rispetto al conto IQ Option normale è di potere avere un personal manager sempre a disposizione per ogni tuo tipo di domanda.

Come funziona Plus500

Come valida alternativa a IQ Option esiste la piattaforma di trading Plus500. Come IQ Option, anche Plus500 vanta la regolamentazione da parte della CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

Il versamento minimo per aprire un conto di trading reale è pari a 100 euro. Plus500 rappresenta oggi uno dei broker di riferimento per chi intende fare trading con i CFD (contratti per differenza), potendo sfruttare tale funzione anche durante l’allenamento con il conto demo.

Se scegli di aprire un conto sulla piattaforma Plus500, potrai fare trading con i CFD su qualsiasi elemento che rientra nell’universo del trader: dalle azioni alle materie prime, passando per i titoli e le criptovalute.

Devi sapere che Plus500 è stata la prima piattaforma al mondo a introdurre la criptovaluta Bitcoin come strumento di trading (nel 2013, lo stesso anno in cui Plus500 si quota alla Borsa di Londra).

Tra le caratteristiche più importanti di Plus500 si possono citare l‘assenza di commissioni e la semplicità d’utilizzo della piattaforma sia in modalità desktop sia quando si fa trading via mobile tramite l’app per smartphone e tablet.

Le richieste di prelievo vengono elaborate in genere entro 1-3 giorni lavorativi, anche se 24 ore sono quasi sempre sufficienti per far sì che il trader riceva effettivamente il pagamento di quanto prelevato dalla piattaforma.

Per effettuare un deposito e richiedere un prelievo, Plus500 permette di utilizzare Paypal, Skrill, carte di credito o di debito (appartenenti ai circuiti Visa e Mastercard) oltre ai tradizionali bonifici bancari.