Skip to content

Che cos’è la blockchain

BLOCKCHAIN

La blockchain, oggi, rappresenta un concetto che si sta diffondendo con maggior velocità e che sta avendo un utilizzo in diversi campi.

Vediamo in cosa consiste questo sistema e come lo stesso funziona, in modo tale che tu possa avere ben chiari i concetti basilari che vanno a caratterizzare la blockchain.

Quando nasce la blockchain

Molte persone ti diranno che la blockchain nasce esattamente nel momento in cui esplode la mania e rivoluzione rappresentata dai Bitcoin, moneta virtuale che venne creata nel 2009.

In realtà il concetto di blockchain era già stato ideato ma ancora non aveva un’applicazione ben precisa come accade oggi: pertanto la nascita può essere attribuita proprio a quell’anno, visto che questo rappresenta il periodo di massimo utilizzo e splendore della catena di blocco.

Pertanto la blockchain è pronta a compiere il suo primo decennio di vita e grazie alle costante evoluzioni questo concetto è divenuto parte integrante di diversi sistemi che oggi si basano appunto sulla collaborazione tra utenti.

In cosa consiste la blockchain

Quando si parla di blockchain è bene sottolineare come questo sia un database condiviso in rete che si basa sulla condivisione peer to peer, ovvero che si appoggia su diverse macchine, in questo caso computer, messe a disposizione dagli utenti.

Occorre sottolineare infatti come la blockchain si basa sulla collaborazione tra diversi utenti il cui scopo finale è quello di assumere un ruolo di controllo a seconda dello scopo per la quale viene creata appunto la catena di blocco.

Quando nasce una blockchain, indipendentemente dall’ambito per la quale la stessa viene pensata, ogni utente che ne fa parte deve avere un ruolo determinante in modo tale che sia possibile evitare che possano nascere dei blocchi che rallentano i diversi processi.

Questo significa che, nel momento in cui entrerai a far parte della catena dei nodi, dovrai fare in modo che la stessa possa essere rapida e soprattutto funzionale, in quanto grazie al tuo contributo le diverse operazioni potranno essere svolte in modo corretto.

Per la precisione devi sapere che ogni operazione viene rappresentata da un nodo e che questo, per poter essere sbloccato, deve essere valutato e verificato dal maggior numero di utenti possibili che fanno parte della catena.

In questo modo è possibile scegliere se approvare quel genere di operazione oppure se questa deve essere bloccata in quanto la stessa potrebbe non essere stata svolta in maniera corretta.

Come funziona la blockchain

Una blockchain ha un modo molto semplice di funzionare.

Il tutto parte ovviamente dallo scopo per la quale la stessa è stata realizzata: grazie a questo genere di informazione si avrà la possibilità di capire quale sia il compito che deve essere necessariamente portato a termine in modo tale che i diversi nodi possano essere facilmente risolti.

Prendendo per esempio i Bitcoin, ogni nodo della blockchain rappresenta una transizione, attiva o passiva, che viene svolta sfruttando la moneta virtuale.

Il nodo rappresenta una sorta di punto di controllo che permette ai vari utenti che fanno parte della catena, ovvero che hanno un bene similare o che comunque sono coinvolti in quel genere di operazione, di controllare se la stessa è stata svolta correttamente.

Un pagamento sospetto viene quindi analizzato da un numero elevato di utenti che fanno parte della catena e quindi si anche tu hai dei Bitcoin potresti essere richiamato per svolgere la procedura di controllo su quell’operazione.

Se tu, così come le altre persone che fanno parte della blockchain, dovreste approvare quell’operazione, che potrebbe essere una transazione così come altre tipologie di procedure, il nodo viene risolto.

Questo significa che l’operazione viene approvata da tutti voi e quindi il passaggio del denaro viene approvato, visto che questo non è caratterizzato da alcuna imprecisione.

Una volta che l’operazione viene portata a termine, a seconda delle diverse operazioni che vengono svolte, si potrà ottenere un compenso.

Per i Bitcoin questa è una regola fondamentale che permette agli utenti di essere maggiormente presenti nelle fasi di controllo delle diverse operazioni, dato che sarà possibile ottenere un compenso in base all’impegno e sforzo messo in pratica dai propri strumenti.

Di conseguenza la blockchain è una sorta di strumento che riesce a prevenire che possano esserci delle complicazioni di ogni genere e di conseguenza si potranno evitare una serie di errori che potrebbero danneggiare tutti coloro che fanno parte della catena stessa.

In quali ambiti viene applicata la blockchain e come entrare a farne parte

Ovviamente occorre sottolineare come la blockchain oggi viene utilizzata in diversi ambiti e non solo per le monete del web.

Per i servizi pubblici e altri amministrativi sono state diverse blockchain il cui scopo è quello di rendere le diverse procedure maggiormente rapida senza particolari periodi di attesa.

Pertanto occorre sottolineare come la catena dei nodi, così come viene definita la blockchain, permette di ottenere svariati vantaggi.

Per entrare a farvi parte dovrai semplicemente possedere un bene oppure essere interessato a un servizio: non sono necessarie iscrizioni particolar ma sarà necessario che tu ti dimostri presente e pronto a risolvere i diversi nodi, in modo tale che tu possa ottenere svariati vantaggi e farne ottenere anche ai diversi altri utenti che ne fanno parte.